Martedì 27 Settembre 2016

Riabilitazione termale e “benessere motorio”

Riabilitazione  termale  e  “benessere  motorio”

Prevenzione e riabilitazione dell’apparato locomotore si incontrano alle Terme

Da sempre le Terme sono note per la cura di artrosi e reumatismi con i classici cicli di fanghi e bagni, ma negli ultimi anni numerosi stabilimenti si sono attrezzati con Reparti di Riabilitazione, alcuni dei quali convenzionati con il S.S.N., dotati di piscine termali, palestre per fisioterapia e rieducazione motoria, dedicate sia al recupero dopo interventi chirurgici ortopedici o fratture, sia alla cura di numerose patologie reumatiche. Ma in un ambiente salubre e rilassante orientato alla migliore ospitalità come le Terme, è possibile anche sfruttare quella condizione mentale positiva in cui le persone si sentono ospiti di una struttura dove possono affidarsi a medici e fisioterapisti esperti per ritrovare una sensazione di completa libertà articolare, grazie all’esercizio riabilitativo e all’attività motoria assistita. E’ noto che una forzata mancanza di movimento causa calo della muscolatura e riduzione di ampiezza dei movimenti articolari, ma anche una vita sedentaria finisce per abituare il nostro corpo a movimenti sempre uguali e limitati con perdita più o meno rapida di elasticità e di capacità di adattamento allo sforzo fisico. L’esercizio attivo in piscina e la Idrochinesiterapia (esercizio assistito in acqua) costringono il corpo a muoversi vincendo la resistenza dell’acqua che risulta dolce ed elastica e non permette movimenti veloci e a scatti. In acqua, la riduzione del peso corporeo favorisce la contrazione di  muscoli che di solito non vengono utilizzati e provoca un effetto miorilassante generale con riduzione della percezione del dolore muscolo-tendineo. Tutti questi effetti vengono amplificati dal calore e dalle proprietà curative delle acque termali, in particolare dell’acqua salsobromoiodica ad alta mineralizzazione, che al tempo stesso svolge un’azione antinfiammatoria e risolve gonfiori e edemi comprimendo gli arti inferiori in modo uniforme e progressivo dal basso verso l'alto. Per ottenere risultati completi, l’esercizio in acqua va poi ripetuto nell’arco dell’anno e integrato con il lavoro in palestra finalizzato a recuperare l’armonia motoria e la corretta postura. In questo modo è possibile ritrovare quel Benessere Motorio che mantiene nel tempo l’autonomia fisica e la voglia del buon vivere.

Le cure termali sono in convenzione con il S.S.N. E’ sufficiente presentarsi alle Terme con la prescrizione del medico di base (ricetta rossa) completa di diagnosi e ciclo di cure corrispondente.

In convenzione col S.S.N.: Cicli di Fango e Bagno terapeutico  per osteoartrosi;  Ciclo per delle vasculopatie perifiche (idromassaggi)  per postumi di flebopatia cr. I cicli di cura possono essere integrati dal bagno in piscina termale.


Dott. Marco Conti - Specialista in Fisioterapia e Medicina termale

Guarda tutte le news di Emilia Romagna Terme
Emilia Romagna NetworkApt ServiziStrade dei vini e dei saporiEmilia Romagna TurismoMotor ValleyEmilia Romagna Welcome